Lean Management


Lean management o gestione snella, è un modo, prima di pensare e poi di agire, che coinvolge tutti gli attori di un’azienda.

Nasce dal Toyota Production System (TPS) sviluppato da Taiichi Ohno, Shigeo Shingo, Sakichi Toyoda, Kiichirō Toyoda negli anni 40 e si fonda su tre principi: Osservare, Incoraggiare, Trasmettere/Imparare.

Il lean management comporta miglioramenti oggettivi, qualitativi e quantitativi, nella gestione dell’azienda. Il Focus è centrato sulle tecniche di gestione e di sviluppo delle persone, il vero motore aziendale del miglioramento, tutti devono essere coinvolti nel processo di miglioramento all’interno dell’azienda: Top management, dirigenti e responsabili, fino agli operatori.

Il modello TPS, tradotto anche come Thinking People System, guida il gruppo di lavoro a pensare, sperimentare e apprendere dai risultati: l’essenza del lean management è che i lavoratori sono parte attiva e integrante del processo di miglioramento.

Il lean management è una vera e propria filosofia, piuttosto che la semplice applicazione di un particolare metodo o tecnica, un processo di apprendimento e miglioramento che interessa non solo gli strumenti e i metodi ma anche la cultura aziendale, l’insieme di regole e valori dell’azienda. Pone al centro il Valore Umano delle risorse aziendali e la gestione snella si traduce in un sistema motivazionale, un sistema di formazione e il modo di allineare obiettivi e progetti.

Principi guida del Lean Management sono:

  1. Miglioramento continuo che coinvolge tutti i livelli dell’organizzazione

  2. Definizione del valore dal punto di vista del cliente finale

  3. Capacità di distinguere le attività che aggiungono valore per il cliente da quelle che non aggiungono valore, liberando ed impiegando meglio le risorse aziendali

  4. Identificazione e analisi dei processi di business allo scopo di individuare le criticità: evidenziare gli sprechi e far emergere opportunità di miglioramento

  5. Standardizzare i processi attraverso il continuo apprendimento

Impiegare il lean management per un’azienda significa la possibilità di poter essere competitivi nel mercato di oggi: un impegno continuo nel tempo che interessa due fronti, la riduzione degli sprechi (attività a non valore per il cliente) che libera risorse da investire in attività a valore per il cliente, nel presente e nel futuro.

Si tratta di una situazione win-win: aumentano i profitti dell’azienda e aumenta il valore trasferito al cliente.

Comprendere a fondo i principi e applicarli all’interno della propria azienda non è immediato: analizzare e mappare i flussi del valore, individuare le criticità e costruire un piano di azione operativo non è semplice.


Si tratta di un vero e proprio percorso.

In qualunque processo di cambiamento aziendale, che si tratti di una azienda manifatturiera, distributiva o di servizi, l’obbiettivo fondamentale è aumentare la competitività attraverso un incremento dell’efficienza aziendale, che porta all’eliminazione degli sprechi e all’aumento del valore:

· In fabbrica: “lean production”

· Lungo la catena logistica: “lean supply chain”

· Nelle vendite: “lean sales”

· Nei processi di innovazione e progettazione: “lean design”

· Negli uffici: “lean office”




22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti